Credito d’imposta e finanziamenti a fondo perduto  in Sicilia: come risparmiare sull’acquisto dell’arredo e delle attrezzature per il tuo Salone 

Credito d'imposta e bandi fondo perduto in Sicilia

Le piccole e medie imprese italiane, ancora una volta, devono fronteggiare un aumento generale del costo della vita e le conseguenze di un’incertezza economica che di sicuro non favoriscono l’apertura di nuove attività commerciali o l’avvio di esercizi come un salone parrucchiere: come si può affrontare questa situazione? 
La Legge di Bilancio ha recentemente riconfermato delle particolari agevolazioni alle imprese, compresi degli importanti sgravi fiscali e dei bonus riservati alle start up nel Mezzogiorno: la mission è sostenere e consolidare il tessuto dei piccoli e medi imprenditori e aiutarli a superare questo particolare e delicato momento storico.

Quali sono le agevolazioni disponibili?

Possiamo includere nella categoria delle agevolazioni per piccole e medie imprese i cosiddetti contributi a fondo perduto e i crediti d’imposta, concepiti e progettati per favorire l’avvio di una nuova attività, ma anche gli investimenti per lo sviluppo, l’espansione e la gestione dell’organico aziendale.

Per scoprire quali sono i contributi a fondo perduto e, nello specifico i crediti d’imposta riservati alle regioni del Sud Italia, compresa la Regione Sicilia, è sufficiente continuare con la lettura di questo breve testo in cui cercheremo di sintetizzare ogni punto, prendendo le fonti direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Contributi a fondo perduto 2023 per avviare o consolidare un salone da parrucchiere


I giovani imprenditori conoscono molto bene la situazione italiana e soprattutto quanto sia difficile fare impresa nel nostro Stivale, un Paese in cui fa da protagonista una burocrazie lenta e ingarbugliata, più un numero esorbitante di tasse che scoraggiano anche l’uomo d’affari più brillante e lungimirante.

Attualmente, nel 2023, tutte queste difficoltà e questi scogli relativi all’avviamento e all’organizzazione di una piccola e media impresa potrebbero trasformarsi in montagne invalicabili, a causa dell’aumento dei costi di beni e servizi e, di conseguenza, dell’inflazione: si prospetta un’altra crisi per l’imprenditoria? 

Il leit motiv da molti anni è sempre lo stesso, non è il momento di aprire la partita IVA, di avviare una start up, c’è crisi! 
Un disco rotto, una palude che può essere risanata grazie ai bandi nazionali indetti dal Governo, mediante i quali le piccole e medie imprese, le attività commerciali e le start up possono ottenere dei vantaggiosi contributi a fondo perduto.

Scopriamo insieme quali sono in bandi a fondo perduto usciti di recente, dal 1°marzo 2023, a cui gli imprenditori possono accedere:

1) ON-Nuove Imprese a Tasso Zero dedicati alle start up

2) Resto al Sud per le regioni del Mezzogiorno

Incentivi imprese 2023: fino al 90% di copertura delle spese con con ON-Nuove imprese a tasso zero

Il cosiddetto bando ON dedicato alle nuove imprese e attività a tasso zero si pone la mission di sostenere i giovani aspiranti imprenditori che propongono un’idea innovativa, che desiderano aprire un’attività e avviare il proprio business. 

Le agevolazioni di questo bando consistono in un insieme di finanziamenti a tasso zero con contributi a fondo perduto riservati a progetti che non superano i 3 milioni di euro, e coprono fino al 90% delle spese totali sostenute per far partire la piccola e media impresa. Esistono però dei limiti di età: per accedere a questo bando è necessario avere un’età compresa fra i 18 e i 35 anni.

Quindi si tratta di un’agevolazione pensata e concepita soprattutto per i giovani aspiranti imprenditori, come ad esempio un giovane o una giovane hairdresser che desidera aprire il proprio salone di bellezza

Una condizione questa molto comune, dato che l’iter formativo e professionale di un artigiano come un parrucchiere può cominciare dalla giovane età, ad esempio dopo un corso di aggiornamento una volta finita la scuola.

Questa può essere l’occasione giusta per un giovane hairstylist e una giovane parrucchiera con tanta voglia di avviare la propria piccola e media impresa: dopo la scuola formativa e professionale, dopo uno stage da un parrucchiere professionista della propria città, chi desidera mettersi in proprio ha la possibilità di approfittare del bando ON-Nuove Imprese a Tasso Zero anche nella regione Sicilia, basta non superare i 35 anni. 

Resto al Sud 2023: fino a 200.000€ per la tua attività di parrucchiere nel Mezzogiorno


Prendiamo ora in considerazione il bando indetto da Invitalia, chiamato Resto al Sud, che è indirizzato agli aspiranti imprenditori fino ai 55 anni d’età, e nasce con l’intento di valorizzare le risorse umane e le idee sul territorio, il tutto inserito in un progetto più ampio di rivalutazione del Mezzogiorno.

Il bando permette di richiedere specifici finanziamenti agevolati e particolari contributi a fondo perduto per l’avvio di una nuova impresa localizzata in una delle regioni indicate sul bando stesso.

Stiamo parlando delle regioni del Sud del nostro Stivale, tra cui le regioni Abruzzo, Basilicata, Campania, Molise, Calabria, Puglia, comprese le isole Sardegna e last but not least la nostra meravigliosa Sicilia.

Il bando Resto al Sud non nasce solamente con la missione di favorire e sostenere gli aspiranti e i giovani imprenditori (fino ai 55 anni d’età) nell’apertura di un’attività, ma anche con l’obiettivo di sviluppare uno specifico progetto di riqualifica e rivalutazione delle attività sul territorio, volte alla sua valorizzazione.


I requisiti per richiedere l’agevolazione Resto al Sud 2023
Quali sono i requisiti per richiedere il bando e l’agevolazione Resto al Sud 2023? Prima di tutto è necessario operare nei settori indicati nel bando tra cui ovviamente l’artigianato che interessa la professione dei parrucchieri, dei barber, delle estetiste e, in genere, di chi opera nella categoria della beautycare che hanno a che fare ogni giorno con talento misto a esperienza e creatività.

In poche parole, la mission del bando Resto al Sud è quello di sostenere lo sviluppo delle PMI e di creare nuove opportunità lavorative, favorendo lo sviluppo e la crescita economica del territorio; tra gli sgravi fiscali e i bonus sono inclusi finanziamenti agevolati, e la formazione professionale e tecnica per sostenere le aziende e aiutarle a diventare più concorrenziali e competitive sul mercato.

Ti piacerebbe usufruire dell’imperdibile finanziamento Invitalia “Resta al Sud” e aprire un salone parrucchiere o un barber shop in Sicilia con agevolazioni a fondo perduto? Affidati a noi di Antares Pro per una consulenza gratuita. Compila subito il form a questo link.

Crediti d’imposta 2023 per sostenere le spese di un salone parrucchiere o un barber shop in Sicilia

Come sappiamo, con credito di imposta si intende una misura di agevolazione che può davvero fare la differenza per le piccole e medie imprese, soprattutto nel periodo di incertezza e di crisi che stiamo vivendo. Se sei un imprenditore, puoi richiedere il credito d’imposta per alcuni settori specifici, come:

– energia elettrica con Bonus prorogato;
– formazione del personale;
– particolari investimenti nella ricerca tecnologica;
– investimenti nello sviluppo e nell’innovazione, come nell’ammodernamento di apparecchi e macchinari utili e necessari all’impresa.

Per hairstylist e barber è quindi possibile beneficiare del credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali nuovi utilizzati nell’esercizio dell’attività di parrucchiere in Sicilia. L’agevolazione fiscale consiste nella possibilità di detrarre dalle imposte da versare una percentuale delle spese sostenute per l’acquisto dei beni strumentali.

Per esempio, se decidi di acquistare una postazione di lavoro, un lavatesta e una poltrona, potresti beneficiare del credito d’imposta per le spese sostenute per l’acquisto di questi beni strumentali.

Il riconoscimento del credito d’imposta è soggetto a scadenza temporale, oltre che a specifiche norme e condizioni

Contattaci per maggiori informazioni e per verificare la possibilità di accedere a questa agevolazione fiscale.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Cerchi arredo per il tuo Salone in Sicilia?

Richiedi una consulenza entro il 31 Luglio e ottieni*:
Dilazione fino a 60 Rate Mensili + Doppia agevolazione:
* 20% dell’investimento a fondo perduto
* 60% degli interessi rimborsati
*salvo approvazione

In cerca di spunti per arredare il tuo salone?

Scopri i saloni che abbiamo curato

Ultimi Articoli

Desideri aprire o rinnovare un Salone Parrucchiere in Sicilia?

Richiedi una consulenza (o un preventivo) entro il 31 Luglio e ottieni*:

Dilazione fino a 60 Rate Mensili + Doppia agevolazione:

* 20% dell’investimento a fondo perduto
* 60% degli interessi rimborsati
*salvo approvazione della finanziaria e salvo concessione della domanda di agevolazione da parte dell’ente pubblico regionale

Realizza il salone dei tuoi sogni senza preoccuparti del budget!

DILAZIONE FINO A 60 RATE

Esempio:

Arredo completo 9000€

a soli 150€/mese

Scrivimi su WhatsApp
Come posso aiutarti?
Ciao 👋
Come posso aiutarti