Restyling vecchio salone. I 5 segnali che è ora di rinnovare il tuo arredamento

copertina_restyling_arredamento_parrucchieri

Realizzare un salone da parrucchiere può diventare un’esperienza entusiasmante, soprattutto quando si tratta di scegliere il tipo di arredamento, le attrezzature e la divisione degli spazi. Divertente ma anche stressante e costoso quando si realizza una struttura ex novo e si è alla prima esperienza come titolare di un salone.

Spesso, infatti, si va a tentoni cercando di prendere spunti da riviste, esperienze di lavoro passate in altri saloni o con l’aiuto di un architetto specializzato in questo settore. Eppure sappiamo bene che nonostante la fatica di impiantare un nuovo business, i primi anni di lavoro sono importanti per capire le modifiche che andranno fatte alla location, gli angoli da sfruttare, le aree da ampliare e magari, lo stile da migliorare anche dal punto di vista estetico.

In questa direzione, il restyling del salone diventa un’occasione di miglioramento e ottimizzazione degli spazi, oltre a essere un’opportunità di acquisire nuove clienti attratte anche dal nuovo look degli ambienti. Ma quali sono i segnali che indicano che è giunto davvero il momento di ristrutturare? Un occhio attento si accorgerà di queste 5 avvisaglie che ti stanno invitando a un restyling della struttura.

1. Stile degli ambienti troppo datato

Se hai arredato il tuo salone qualche anno fa e lo vedi troppo datato, è arrivato il momento di fare qualche intervento per rimodernarlo. Come esperto di tendenze, infatti, il parrucchiere deve garantire ai propri clienti un’atmosfera confortevole e accogliente in grado di trasmettere anche la sua personalità, uno stile moderno e di conseguenza la capacità di rinnovarsi.

Entrare in un salone che “sa di vecchio” è una brutta sensazione perché un ambiente poco attraente trasmette anche mancanza di stile e incapacità. Quando un salone non attrae anche i clienti mancano, e a parte quelli veramente affezionati, non vi sarà riciclo di utenti perché non si sentiranno spinti a provare il servizio offerto, che apparirà obsoleto. Rinnovare i locali, anche solo l’arredamento per parrucchieria come poltrone, lampade o la reception parrucchieri può dare vita a una trasformazione dell’immagine che giova al business, migliorando anche la quantità dei clienti. Insomma, un buon restyling è un’ottima occasione per provare un salone per la prima volta o per ritornarci.

Se ti stai chiedendo il tipo di arredamento da scegliere, è importante interrogarsi sulla tipologia di servizi offerti: se si tratta di un salone multifunzionale, che accoglie cioè anche uno spazio per l’estetista e la massoterapista, vi sarà bisogno anche di una stanza dedicata a questo tipo di servizi. Ma se il salone è specifico per la cura dei capelli, ci si dovrà concentrare su ambienti ampi, con diverse postazioni che ospitano poltrone lavatesta e consolle per parrucchieri comode e adatte a tutte le stagioni.

Specchi ampi e multidirezionali con mobili dove accomodare un’ampia gamma di prodotti per la cura della chioma. Shampoo, maschere, oli ristrutturanti e tutto ciò che occorre per i trattamenti: un mondo di qualità e varietà in grado di attirare anche le clienti più esigenti.

2. Attrezzi da lavoro inadeguati o usurati

Il secondo segnale che il tuo salone ha bisogno di un restyling è l’usura degli attrezzi da lavoro. Non bisogna mai dimenticare, infatti, che un ambiente rinnovato influenza in modo positivo la clientela predisponendola a provare tutti i trattamenti. Per questo gli elementi d’arredo che scegli devono avere forme morbide, semplici e lineari, tonalità non appariscenti o aggressive ma che trasmettono serenità, romanticismo e soprattutto armonia.

Se non hai intenzione di ristrutturare totalmente il salone, puoi adottare dei piccoli stratagemmi che daranno vita a un salone da parrucchiere veramente stiloso e innovativo. Parliamo di una nuova texture alle pareti, di pannelli in cartongesso per formare un altro spazio per il lavaggio dotato di specchio rotondo parrucchiere che impreziosisce la zona rendendolo moderno e ultra-femminile.

Rinnovando alcuni complementi d’arredo o rimodernando l’area di attesa e accoglienza, ad esempio, utilizzando il total white con divanetti comodi, tavolini bassi, fiori finti e la giusta immagine sulle pareti, sarà possibile cambiare completamente lo stile del locale, rendendolo accattivante e adatto al cambio di stile che hai in mente.

Insomma, spesso il successo parte proprio dalle piccole trasformazioni e per una professione che cura l’estetica femminile, l’immagine conta molto. Seguire le tendenze del design, dare una svolta al look del salone, e soprattutto sostituire spesso gli strumenti da lavoro come poltrone, postazioni per il lavaggio, specchi o consolle darà un’immagine fresca, innovativa e dinamica di imprenditori che si rinnovano continuamente e sono in grado di stare al passo con i tempi anche con le tecniche di lavoro, con i prodotti di nuova uscita e con i tagli che vengono proposti dalle celebs di tutto il mondo in continua evoluzione.

Non possiamo negare che quando si entra in un salone con attrezzi sempre nuovi, puliti e con tecnologie moderne aumenta anche l’entusiasmo, la voglia di provare nuovi prodotti, la fiducia di fare trattamenti nuovi che altrimenti non avremmo mai provato. Spesso dopo il restyling il salone vive una vera e propria rinascita che porta clienti nuovi e un nuovo entusiasmo in chi vi lavora.

3. Ambienti piccoli per l’utenza che cresce

Può succedere che ti accorga che il tuo salone da parrucchiere, progettato e realizzato con tanta cura e con i risparmi iniziali, inizi a diventare troppo piccolo per il numero di clienti che cresce ogni mese. Certo, non è possibile cambiare completamente struttura ma perché non modificare gli spazi interni per poter ricavare qualche saletta in più o ampliare la sala d’attesa?

Insomma, il restyling passa attraverso soluzioni variegate e personalizzate che studiano lo stato iniziale degli ambienti elaborando spazi alternativi che impiegano il cartongesso per creare pareti, soppalchi e mobili d’appoggio per posizionare la nuova linea di prodotti o i trattamenti più richiesti dalla clientela. Negli ultimi anni i saloni per parrucchieri tendono a dividere la zona dedicata allo shampoo da quella dell’hairstyling: il primo deve essere più riservato con aree per il relax e a privacy, poltrone comode, luci integrate più soffuse che non stancano gli occhi e carrelli per parrucchieri accanto a ogni lavabo.

L’area per l’hairstyling, invece, richiede luci più chiare che vengono diffuse dall’alto per illuminare adeguatamente l’intera sala, tutto accompagnato da lampade di design più piccole e ubicate alla reception. I pannelli di cartongesso che dividono gli ambienti possono essere decorati con pennellature decorative che diventano veri e propri elementi di design o con immagini di alcune delle più iconiche acconciature dell’anno.

Questi, ovviamente, sono solo degli spunti ma le idee di progettazione possono essere davvero tante, per questo è bene affidarsi a una società con una lunga esperienza, in grado di guidare e dare forma alle tue aspettative e ai tuoi desideri proprio come AntaresPro, che dal 1993 propone soluzioni d’arredo esclusive e personalizzate ai saloni per parrucchieri che si trovano in Sicilia. Contattaci.

4. Struttura poco competitiva

Rispetto a qualche anno fa, oggi anche i saloni più piccoli per parrucchieri tendono a mantenere standard di qualità molto elevati, con strumenti efficienti, pulizia costante, personale qualificato e servizi sempre più innovativi che comprendono non solo taglio, pieghe e trattamenti standard ma lavori più complessi.

Non è raro sentir parlare di spa per capelli, trattamenti ai fanghi, servizi anti-caduta che durano mesi e altri servizi personalizzati che richiedono ore di lavoro e l’utilizzo di prodotti molto specifici. Si tratta di trattamenti che attirano molto la clientela e che possono incrementare non solo il fatturato, ma anche l’immagine del salone: un modo per rendere la tua attività più competitiva e concorrenziale.

In questo caso, però, è necessario adeguare anche la struttura, creando postazioni ad hoc che permettano alla cliente di stare comode anche in caso di trattamenti che durano ore, con poltroncine che si spostano rapidamente per passare da una zona all’altra. Per molte donne le ore trascorse dal parrucchiere sono fonte di stress, per questo occorre metterle a proprio agio dando vita a spazi dove la privacy è importante, angoli nei quali è possibile telefonare e perché no, utilizzare anche il pc senza essere disturbate.

Per farlo, sono necessarie nuove idee saloni parrucchieri che soddisfano le esigenze più diversificate, perché la competitività di un business passa anche attraverso l’immagine che si è in grado di trasmettere. Se, ad esempio, in città ci sono due saloni per parrucchieri ravvicinati, il cliente sarà tentato a provare quello che gli trasmette più fiducia e capacità. Non basterà un po’ di pubblicità o solo il passaparola, ma una struttura innovativa che comunica professionalità, igiene, utilizzo di prodotti all’avanguardia e una calda accoglienza. Caratteristiche che vengono comunicate con i colori delle pareti, la divisione degli spazi, la scelta degli arredi e ovviamente, il savoir faire di chi vi lavora.

5. Voglia di cambiamento

In alcuni casi la voglia di restyling non nasce da specifici problemi presenti nel salone ma semplicemente dalla forte voglia di cambiamento. Come già detto, il mondo dell’estetica non è un settore statico ma in continua evoluzione, richiede capacità di cambiamento costante, idee nuove per attirare anche le clienti più esigenti e una formazione costante per imparare tecniche e trattamenti nuovi da proporre e introdurre nel proprio business. Come succede per la casa, però, spesso la voglia di cambiamento parte proprio dalle fondamenta e cioè dai muri, dal pavimento, dai servizi igienici che sebbene non datati hanno bisogno di un tocco di restyling che giova all’intero salone.

In alcuni casi basta anche sostituire solo gli specchi, un mobile per l’appoggio dei phon o spostare la postazione della cassa in un’altra area del salone per sentire odore di cambiamento e portare quel tocco di innovazione che serve. Un elemento importante è l’illuminazione degli ambienti che deve essere efficace ma non invasiva, per questo i nostri progettisti consigliano la creazione di una piccola controsoffittatura dove installare dei faretti o dei led a basso consumo.

Ricordiamo che oggi un design ecosostenibile attira molto l’attenzione della clientela, un arredamento all’insegna del minimalismo e dell’ecologia con una scelta degli elementi decorativi e dei colori che richiamano in modo diretto la natura, senza intaccare il gusto personale.

La scelta deve essere oculata e attenta e richiede l’aiuto dei nostri professionisti che ti guideranno verso un design eco-friendly ma personalizzato: dallo stile rustico allo shabby chic passando per il boho al nordico con qualche elemento vintage che è sempre più apprezzato.

Ecco, i motivi che spingono a un restyling del salone per parrucchiere possono essere i più diversi ma ciò che conta è affidarsi a società esperte, qualificate, innovative e pronte a consigliare il meglio. Anche la sostituzione di piccoli elementi come il portaphon o lo specchio rotondo per parrucchiere deve essere adeguata al contesto, richiamare lo stile del locale, i colori delle pareti e abbracciare l’intero design per dare vita ad ambienti caldi e piacevoli.

Se hai intenzione di apportare alcuni cambiamenti, affidati alla professionalità di AntaresPro e lasciati proporre le migliori soluzioni arredamento per il tuo salone parrucchiere. Richiedi una consulenza gratuita.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Cerchi arredo per il tuo Salone in Sicilia?

Richiedi una consulenza entro il 31 Luglio e ottieni*:
Dilazione fino a 60 Rate Mensili + Doppia agevolazione:
* 20% dell’investimento a fondo perduto
* 60% degli interessi rimborsati
*salvo approvazione

In cerca di spunti per arredare il tuo salone?

Scopri i saloni che abbiamo curato

Ultimi Articoli

Desideri aprire o rinnovare un Salone Parrucchiere in Sicilia?

Richiedi una consulenza (o un preventivo) entro il 31 Luglio e ottieni*:

Dilazione fino a 60 Rate Mensili + Doppia agevolazione:

* 20% dell’investimento a fondo perduto
* 60% degli interessi rimborsati
*salvo approvazione della finanziaria e salvo concessione della domanda di agevolazione da parte dell’ente pubblico regionale

Realizza il salone dei tuoi sogni senza preoccuparti del budget!

DILAZIONE FINO A 60 RATE

Esempio:

Arredo completo 9000€

a soli 150€/mese

Scrivimi su WhatsApp
Come posso aiutarti?
Ciao 👋
Come posso aiutarti